giovedì 14 settembre 2017

Sosta nelle zone blu: il sindaco “ordina” alla ditta di esonerare i disabili dal pagamento sino alla definizione della situazione nella conferenza di servizio del 28 settembre

Il sindaco Gino Ioppolo ha emesso un’ordinanza con cui stabilisce che la ditta Sostauto, che gestisce il servizio di sosta nelle zone blu della città, “esoneri dal pagamento della tariffa oraria per la sosta le persone invalide che, dotate di contrassegno, non potendo usufruire del posto appositamente riservato, occupino uno stallo nelle zone blu. Pertanto – prosegue l’ordinanza -, sino alla data in cui, con conferenza di servizi, saranno concordati, ove possibile e sempre nel rispetto della prevalenza dell’interesse pubblico e della tutela dei soggetti più deboli, termini e modalità di gestione, la sosta per i disabili rimane gratuita anche nelle strisce blu e non costituisce infrazione soggetta a verbale di contravvenzione”. Il provvedimento del primo cittadino mette un punto fermo alla situazione di incertezza e alle polemiche determinatesi dopo che, in deroga a quanto sinora registratosi, il concessionario aveva, negli ultimi giorni, elevato verbali di infrazione nei confronti dei disabili. 


Ne era seguita la convocazione, da parte del vicesindaco Sergio Gruttadauria, di una conferenza di servizio per oggi, 14 settembre, di cui Sostauto, comunicando di non potere parteciparvi, aveva chiesto il rinvio al 28 settembre. Da ciò il provvedimento che, come sottolinea il sindaco, mira alla tutela delle fasce più deboli della comunità, come peraltro indicato inequivocabilmente dal Codice della strada” e che, come rileva il vicesindaco, “si muove lungo il binario dei chiari orientamenti del ministero dei Trasporti e delle Infrastrutture, finalizzati a facilitare la mobilità dei disabili anche con misure che attengono specificamente al settore della sosta”.
 Il presidente del Consiglio comunale Massimo Alparone esprime soddisfazione “per il tempestivo intervento del sindaco” e annuncia che “anche l’assise si occuperà dell’argomento con una mozione presentata da un nutrito gruppo di consiglieri, in modo da giungere ad un’idonea regolamentazione della materia”.

Caltagirone, 14 settembre 2017   UFFICIO STAMPA

mercoledì 6 settembre 2017

Consiglio comunale: approvati Piano di miglioramento dell’efficienza dei servizi di polizia municipale e mozione per la sponsorizzazione delle rotatorie

I
l Consiglio comunale, nel corso della seduta di ieri sera, ha approvato all’unanimità due provvedimenti: il Piano di miglioramento dell’efficienza dei servizi di Polizia municipale per il triennio 2017-2019 e la mozione per la sponsorizzazione, la valutazione e la manutenzione ordinaria delle rotatorie di proprietà del Comune, presentata da alcuni consiglieri, primo firmatario Luca Distefano, che l’ha illustrata. Con essa si impegnano il sindaco e l’Amministrazione “a far predisporre un regolamento per l’affidamento a privati della manutenzione e valorizzazione delle aree verdi all’interno delle rotatorie di proprietà comunale tramite atti di concessione o contratti di sponsorizzazione, visto che essi tendono a favorire l’innovazione nell’organizzazione e a determinare maggiori economie nonché una migliore qualità dei servizi, nel rispetto dei vincoli della finalizzazione al perseguimento del pubblico interesse, dell’esclusione di conflitti di interesse tra attività pubblica e privata e della realizzazione di risparmi di spesa”. Pochi gli interventi – di Gaetano Lo Nigro, del presidente Massimo Alparone, Lara Lodato, Mario Polizzi, Simone Amato, Vincenzo Gozza e Marco Failla - su entrambi gli argomenti.

In apertura Lara Lodato ha chiesto interventi sulla Scala “abbandonata a se stessa”, dissuasori e illuminazione in via Santa Maria di Gesù. A lei ha risposto, illustrando “le iniziative possibili”, il vicesindaco Sergio Gruttadauria. Osservato, su proposta di quest’ultimo, un minuto di silenzio in memoria delle vittime della strada.


Caltagirone, 5 settembre 2017

UFFICIO STAMPA

venerdì 1 settembre 2017

Regolamento per la definizione agevolata delle controversie tributarie pendenti




Durante la  seduta del 30 Agosto è stata approvata all'unanimità  una proposta relativa al  "Regolamento per la definizione agevolata delle controversie tributarie pendenti" riguardante il comune di Caltagirone.



La possibilità riguarda tutti i contribuenti che abbiano una controversia tributaria pendente avanti il competente giudice tributario per il pagamento di ICI, IMU, Tari, Tasi, Tares, Tarsu, ICP e Imposta di soggiorno, il cui ricorso sia stato recapitato al Comune di Caltagrione entro il 24 aprile 2017. Per chi decide di aderire (presentando la domanda entro il 2 ottobre 2017) sarà possibile pagare evitando sanzioni e interessi di mora. 


http://www.comune.caltagirone.ct.it/comune.caltagirone.ct.it/index.php?option=com_content&view=article&id=7964:ufficio-tributi-guida-pratica-alla-definizione-liti-pendenti&catid=1008:avvisi-e-concorsi&Itemid=528

venerdì 28 luglio 2017

L’ambasciatore romeno Bologan rende omaggio alla tomba di Sturzo



E' stato un onore nella giornata di ieri accogliere, insieme alla giunta, l’ambasciatore di Romania a Roma, George Gabriel Bologan, accompagnato dal ministro consigliere George Milosan, dal consigliere Andrei Sfarloaga e dal console di Romania a Catania, Ioan Iacob. La sua visita per rendere omaggio a Don Luigi Sturzo conferma come il pensiero politico di Sturzo non ha confini ne territoriali ne temporali.



martedì 18 luglio 2017

Il Consiglio comunale ha approvato l’ipotesi di bilancio quinquennale stabilmente riequilibrato. Il presidente Alparone: “Atto di grande rilievo, base di partenza per il rilancio della città”


Il Consiglio comunale, nel corso della lunga seduta di ieri sera, ha approvato con 21 voti favorevoli e due astenuti l’ipotesi di bilancio stabilmente riequilibrato per l’esercizio finanziario 2012 – 2016. Il provvedimento, esitato il 3 luglio dalla Giunta municipale con una “modifica migliorativa” rispetto a quello votato dalla stessa lo scorso aprile, aveva ricevuto il parere favorevole del Collegio dei revisori dei conti e l’ok a maggioranza della I commissione consiliare. Sull’argomento i consiglieri della maggioranza – intervenuti il presidente della commissione Gaetano Lo Nigro, Sergio Domenica, Luca Di Stefano, Andrea Bizzini, Oriella Barresi, Roberto Gravina, Maria Di Costa, Antonio Montemagno, Piera Iudica e Valentina Messina – hanno plaudito all’azione dell’Amministrazione, sottolineando “la grave eredità ricevuta dagli esecutivi precedenti sino alla metà del 2012 e l’importanza del provvedimento, frutto di un lavoro articolato e di grande e proficuo impegno, come essenziale elemento per il migliore futuro della città, che ha imboccato la strada giusta”. Diversificate, invece, le posizioni dell’opposizione: il gruppo “Caltagirone Bene in Comune” (intervenuti Cristina Navarra e Aldo Lo Bianco), pur esprimendo riserve sull’operato dell’Amministrazione, ha detto sì “perché vogliamo che si chiuda una fase buia e mortificante per la nostra città”; favorevole Lara Lodato del Movimento 5Stelle “per senso di responsabilità, ma ora – ha aggiunto - fiato sul collo della Giunta”. Nel gruppo “Per la città che vogliamo” Vincenzo Di Stefano e Mario Polizzi, critici “sul trionfalismo della maggioranza”, si sono astenuti “per persistenti dubbi sul metodo seguito e sul merito, in particolare sull’attendibilità delle soluzioni proposte”. Gli altri due consiglieri dello stesso gruppo, Marco Failla e Simone Amato, pur in polemica con la maggioranza, hanno votato sì “perché rassicurati dal parere favorevole dei revisori” (illustrato dal presidente Carlo D’Alessandro). Il provvedimento sarà inviato al ministero degli Interni, cui spetta la definitiva approvazione.
                                 

“Si tratta di un atto di grande rilievo – ha commentato, a margine della seduta, il presidente del Consiglio Massimo Alparone - che non rappresenta, però, un punto d’arrivo, ma la necessaria base di partenza per il rilancio del Comune e della città. Ringrazio i consiglieri per l’attento e rigoroso esame del provvedimento, l’ufficio, i revisori e l’assessore Giaconia per l’efficiente ed efficace lavoro svolto, confermato dal voto quasi unanime dell’assise. Ci sono tutte le condizioni per ben sperare nell’approvazione definitiva da parte del ministero”. In apertura di seduta Lara Lodato aveva esortato la Giunta “a un più attento controllo del territorio”, mentre Vincenzo Di Stefano aveva dissentito sulle ragioni d’urgenza con cui era stato convocato il Consiglio.

Caltagirone, 18 luglio 2017
UFFICIO STAMPA

Ufficio stampa: Mariano Messineo; Tel. 093341345 – 335/5327046
E – mail: ufficiostampacaltagirone@gmail.com